orizzonte-comune-calvi-risorta“IL TAVOLO DEL PROGRAMMA”: l’incontro innovativo  del gruppo politico “ORIZZONTE COMUNE”, si è tenuto il 22 aprile 2017 a Calvi Risorta.  Non un semplice comizio fatto di promesse e falsi propositi, ma un momento di costruzione comune.

Un nuovo modo di fare politica con il coinvolgimento diretto dei tanti che  hanno aderito all’iniziativa, perché coscienti di poter essere parte attiva nella rinascita del proprio paese. L’obiettivo del tavolo è  partire dalle esigenze dei singoli, dalle difficoltà quotidiane, da quelle che sono le problematiche a breve e lungo termine e stilare  un programma elettorale condiviso.

Orizzonte Comune non propone programmi preconfezionati, né tantomeno un libro di sogni i cui obiettivi diventano utopistici e mai realizzabili.

Orizzonte Comune parte da ciò che sta più a cuore alla cittadinanza, per costruire insieme un programma fattivo e concreto. Oggi Calvi Risorta vive una realtà indecorosa e inaccettabile, sicuramente il risultato di una politica distruttiva e personalistica tesa principalmente al bene del singolo. Negli ultimi anni si è cercato di  ripartire, ma gli eventi che si sono susseguiti hanno ulteriormente danneggiato e discriminato il paese. La risalita sarà sicuramente dura, tuttavia non è certamente impossibile ritrovare il giusto equilibrio. Ciò però richiede passione, competenza e collaborazione.

Un programma a doppio binario, quello proposto dal gruppo capeggiato da Antonello Bonacci,  da un lato con risposte immediate, a breve termine,  dall’altro proposte i cui  frutti saranno raccolti in tempi più lunghi. Orizzonte Comune si impegna di portare alla cittadinanza delle soluzioni concrete, perché “prima di essere dei futuri rappresentanti politici siamo dei cittadini caleni che vogliono il bene di Calvi Risorta”, come giustamente affermato da  Pina Pitocchi, moderatrice dell’evento.

Al tavolo sono intervenuti alcuni dei futuri candidati e ognuno, a proprio modo, ha evidenziato  proposte e soluzioni su quelli che sono le problematiche più comuni che vanno dal problema rifiuti, agli spazi verdi, alle politiche sociali e giovanili, a quelle più strutturali. Non poteva mancare certamente l’intervento sul problema acqua e quello sui loculi del cimitero. Successivamente ci sono state proposte e richieste da parte di alcuni sostenitori e semplici cittadini. Il tutto si è svolto in un clima democratico e costruttivo.

Conclude il tavolo il candidato sindaco Antonello Bonacci che si impegna in prima persona a non deludere le aspettative né dei cittadini né della squadra. Cinque i temi fondamentali del suo programma politico, tra cui il contenimento della tassazione sui rifiuti; gli incentivi per le attività commerciali; l’efficienza dei servizi; il completamento delle strutture pubbliche; la viabilità e l’edilizia.  Infine  il lavoro: “le promesse dei posti di lavoro sono un male sociale”, dice il candidato sindaco, “bisogna puntare sull’occupazione, avere un paese pulito, accogliente, in cui i servizi funzionano,  un paese che possa accogliere investimenti e con essi  incentivare l’occupazione”. Obiettivi realizzabili con un sindaco e un’ amministrazione che hanno a cuore il bene di Calvi Risorta, che non hanno  interessi personali, con la collaborazione di cittadini svegli che sappiano rivendicare i loro diritti.