Con ordinanza della provincia di Benevento del 11/08/16 protocollo n. 60065 il limite di velocità torna nella norma degli 80 chilometri orari per l’intero tratto della Fondo Valle Isclero e in entrambi sensi di marcia. Per chi invece imbocca la strada in questione arrivando da Caserta  e più precisamente dai Ponti della Valle il discorso è diverso. Dai Ponti al  tratto ricadente in provincia di Benevento, ove quindi vige il limite degli 80 chilometri, bisogna percorrere almeno due-tre  mila metri. In pratica alla auscita di Valle di Maddaloni. Ed il limite di velocità sul tratto casertano è di 60 kmh. Il che comporta centinaia e centinaia di contravvenzioni per  gli automobilisti che in quei pochi metri vengono sistematicamente fotografati dal radar installato dai tecnici della Provincia di Caserta e sanzionati con multe che vanno dai 190 euro fino ai 600 euro. Un comportamento assurdo quello della amministrazione casertana che, pur di fare cassa, mantiene quell’anacronistico limite di 60 kmh, su una strada  larga, senza troppe curve ed abbastanza tranquilla. Abbiammo fatto notare questa disparità delle due Amministrazioni, quella di Benevento e quella di Caserta, chiedendo ai prefetti  delle due Province limitrofe di uniformare la disposizione del limite di velocità, ma senza alcun risultato pratico. Quando si tratta di fare soldi, anche l’Ente Pubbico se ne frega del povero cittadino  il quale è costretto a pagare oggi e domani. Tanto per lo Stato è solo un animale da mungere.