nuovo-negozio-scaleraA via San Giovanni, la strada più commerciale della città, hanno chiuso diversi esercizi: innanzituto prima c’erano  numerose macellerie, ora quasi nessuna. I casertani ultrasettantenni ricorderanno ancora il negozio di ferramenta di Badanelli, quasi alla fine della strada che sbucava poi in piazza Vescovado, o la catena dei negozi  della famiglia Della Peruta , di De Gennaro, di Sgueglia. Il negozio di vestiti di Paduano, quello di scarpe di Durazzano,. Sono rimasti davvero pochi i negozi che negli anni cinquanta prosperavan o: il negozio all”angolo con  via Sant’Antida e Sant’Agostino di don Mimi Scalera, quello di Sapone. Ed è proprio il genero di Sapone che gestisce il negozio di articoli per la casa che ha voluto dare un calcio alla crisi ed ha aperto poco più avanti, sempre in via San Giovanni al n. 23 un negozio interamente dedicato alle ceramiche di Capodimonte. E quando si parla di Capodimonte, c’è da fare tanto di cappello-