Nel frattempo che il Sindaco Corsale illustri le condizioni economiche dell’incarico semestrale affidato alla EcoCar e vista la grande capacità e la perseveranza di questa amministrazione nel creare una vergognosa emergenza rifiuti, che con un minimo di buon senso e diligenza sarebbe stata evitata, il gruppo consiliare di “Casagiove nel Cuore” lancia l’iniziativa “Bentornato sacchetto”.

Sono alcuni mesi – dichiarano i consiglieri comunali di Casagiove nel Cuore – che i cittadini segnalano a più riprese la mancata distribuzione dei sacchetti per la raccolta differenziata, nonostante questa fosse prevista dal capitolato d’appalto e per la quale i cittadini hanno comunque versato al Comune la quota ricompresa nella tassa del servizio. Ebbene, siamo al paradosso, i casagiovesi sono costretti a comprarsi i sacchetti per i quali pagano già, ma che puntualmente non ottengono o ricevono solo di rado.

Quindi, come gruppo consiliare di opposizione, abbiamo deciso di autotassarci e acquistare un importante quantitativo di buste per la raccolta differenziata che sarà distribuito gratuitamente ai cittadini nell’iniziativa che abbiamo chiamato “bentornato sacchetto”.

Martedì 6 e mercoledì 7 agosto, in Piazza Mercato, dalle 19.00 alle 20.30 sarà allestito il gazebo per la distribuzione gratuita dei sacchetti.

La nostra idea è nata nei giorni scorsi vedendo, a malincuore, le strade di Casagiove piene di cumuli di rifiuti e l’abbiamo pensata anche per chiedere scusa ai cittadini e ai commercianti, considerato che chi doveva farlo, il sindaco, il suo consulente che doveva vigilare con lauto compenso sul rispetto del contratto e l’assessore all’ambiente, non hanno speso una sola parola in tal senso. Ognuno di noi può sbagliare nel proprio lavoro, gli errori fanno parte dell’agire umano, però, è rispettoso e doveroso quando si amministra una comunità anche saper ammettere i propri limiti e chiedere scusa dei disagi e danni provocati”.