Una due giorni per sostenere il protagonismo imprenditoriale del Sud e farlo tornare il centro del Mediterraneo, con esponenti di primo piano del mondo dell’industria, della cultura e della politica italiano e del Marocco, Paese protagonista dell’evento. Il 12 e il 13 novembre prossimi, a Napoli e a Caserta, è in programma “I Giorni del Sud – Il Mezzogiorno incontra il Marocco”, un’iniziativa, che quest’anno celebra la sua prima edizione, organizzata dall’Unione Industriali di Napoli, da Confindustria Caserta e dalla Fondazione per la Sussidiarietà. La due giorni prevede sessioni in plenaria e incontri B2B con stakeholder del Paese ospite e operatori commerciali e culturali del Mezzogiorno. Questa prima edizione, che vede protagonista il Marocco, partirà nella mattinata del 12 da Napoli, a Castel dell’Ovo, e proseguirà nella giornata successiva presso la Cappella Palatina della Reggia di Caserta.L’obiettivo della manifestazione è quello di tornare a considerare il Sud Italia come il centro di una delle aree di maggiore interesse al mondo – quella del bacino del Mediterraneo – e non come una periferia. E’ evidente come non vi possa essere sviluppo del Mezzogiorno senza che esso sia punto di riferimento nel Mediterraneo, e protagonista in Italia e in Europa. In particolare, i Paesi nordafricani, tra i più giovani al mondo, sono molto motivati a perseguire il loro sviluppo attraverso l’istruzione e la creazione di nuove imprese. Il Sud Italia può contribuire a questo obiettivo che è anche quello di formare una classe dirigente e una nuova imprenditorialità. Instaurare una sistematica collaborazione tra imprese costituisce un innegabile vantaggio per entrambi i Paesi.È stato scelto il Marocco come Paese ospite per il primo evento perché esiste un interesse crescente delle aziende del territorio verso quell’area del Mediterraneo. Dalla logistica portuale all’agroalimentare, dall’energia all’ambiente, sono numerosi i campi dove ci sono già tante iniziative in corso e sono davvero molte le occasioni di investimento e di partnership. Con questa due giorni si punterà a far emergere le reali necessità delle aziende per poter mettere in campo delle strategie di sviluppo. Saranno formulate delle proposte concrete in tal senso, focalizzando l’attenzione su alcuni temi strategici quali, ad esempio, le infrastrutture, le zone economiche speciali, la formazione e la sicurezza.