GRAZZANISE – « Il Direttivo del Centro Polivalente Anziani e Pensionati (CPAP) propone ai suoi iscritti e all’intera popolazione un divertente spettacolo teatrale a libero ingresso e in lieta apertura dell’attività associativa di questo nuovo anno 2020. Infatti, sabato 4 gennaio, con inizio alle ore 18,30, nella sala consiliare di Piazzetta Montevergine (concessa dal commissario straordinario Aldo Aldi), andrà in scena “Nuje ce ne jamme in America”, commedia comica brillante, in due atti, scritta dal grazzanisano Raffaele Caianiello, un autore/regista le cui esilaranti opere sono rappresentate con successo in numerose città dal nord al sud dello Stivale. L’allestimento, per la regìa di Sandra Salierno, è a cura della compagnia amatoriale beneventana Matt…Attori
Alquanto bizzarri i personaggi e decisamente bravi gli interpreti: Vincenzo (Lodovigo Guerriero), Luisella (Federica Guerriero), Arturo (Manuel Zeoli), Sasà (Cristiano Guerriero), Ginella (Sandra Salierno), Lionora (Katiuscia Romano), Zio Carmine (Nazzareno Micco), Norina (Angela De Meo), Alonso (Nunzio Iscaro), Susy (Roberta Polcino), Filuccio (Ernesto Micco).
Le note di regìa esordiscono affermando che “Bisogna fare il pieno di ossigeno per potersi gustare ‘Nuje ce ne jamme in America’. Un pieno necessario per poter affrontare le infinite situazioni mozzafiato, non tanto per la complessità delle scene ma per il susseguirsi delle stesse”. E questo perché si assiste ad “un incalzare di situazioni e di ‘giri di boa’ che portano alla fine lo spettatore letteralmente in apnea” proprio in conseguenza della “velocità con cui i personaggi si incastrano”.
Un’altra particolarità di questo lavoro di Caianiello(in foto) deriva da una scelta ben precisa: non ci sono protagonisti principali. Eppure “Alla fine ne usciranno “vincitori” proprio i personaggi che meno ci si aspettava di vedere fondamentali”. E donde nasce il titolo della commedia? Beh, solo un accenno: “Per tutti, e su tutti, la saggezza dello zio americano che oltre ai dollari porta consigli e trova anche lui la compagna” pronta a far riesplodere niente di più che pallide scie di antichi furori amorosi. Intanto si affollano e si fondono varie altre vicende e vicissitudini come proiezioni di capacità e scelte personali sulle quali quasi inevitabilmente finiscono per piombare, non poche volte, i macigni del destino mutevole.
Il Centro Anziani è orgoglioso di offrire quest’imminente occasione di svago cui faranno presto seguito iniziative di diversa impronta e comunque orientate a sollecitare la sensibilità umana e sociale, non sottovalutando mai il bene primario della salute e l’impegno attivo possibile nel tempo difficile della terza età».