Piedimonte Matese Soffiano venti di crisi in maggioranza a Piedimonte Matese, dopo gli ultimi accadimenti di questi giorni che hanno portato una nutrita “pattuglia” di consiglieri comunali a prendere le distanze dalla stessa maggioranza.
Sulla questione è intervenuto il Consigliere comunale Gianluigi Santillo che proprio nelle ultime ore ha protocollato le proprie dimissioni da capogruppo di maggioranza e che interpellato dalla nostra redazione ha dichiarato: “Il Comune è da mesi in una situazione di stallo, una palude politico-amministrativa che non mi appartiene. Si rischia il secondo dissesto e non si intravede una programmazione seria che indichi una via di uscita. Sono lontano anni luce da queste logiche. Ho più volte spronato in questi mesi l’amministrazione a voler intraprendere una strada risolutoria per restituire la dignità che merita alla città di Piedimonte Matese. Servizi efficienti, politiche del lavoro, cura della città, riequilibrio di bilancio, rispetto dei cittadini e del nostro territorio. Ed invece nulla.
Non posso pertanto, dopo le ultime polemiche, che prendere le distanze da una maggioranza sorda a quelle che sono le esigenze che quotidianamente i nostri cittadini mi chiedono, ci chiedono, ogni volta che ci incontriamo, rappresentando le proprie istanze, le loro impressioni e le loro perplessità su questo modo di fare. Per me i cittadini vengono prima di tutto. Presto convocherò una conferenza stampa – conclude Santillo – per rappresentare a fondo alla città le ragioni che mi hanno portato a questa scelta sofferta. Mi considero indipendente dal gruppo di maggioranza così come avevo già inteso giorni fa con le mie dimissioni da capogruppo.”