In questo momento di riapertura delle attività, anche per Formediterre si apre una nuova fase.
Dalla fine di marzo la creazione del canale web Formevisive – Visual Arts, nato come re-azione al blocco delle attività artistiche e
teatrali conseguenti all’emergenza pandemica, ha prodotto circa 100 clips di contenuti inediti ed originali, convogliando migliaia di
spettatori sul sito www.formediterre.it/formevisive. Oggi assistiamo ad un momento di ripresa delle attività teatrali e
degli eventi, contrassegnata tuttavia da notevoli difficoltà organizzative e logistiche dovute alle restrizioni anti-contagio, che
rendono problematica la realizzazione di spettacoli dal vivo.
Anche in questo caso Formediterre non si ferma e aggiunge una nuova tappa al suo percorso di ricerca ridisegnando la struttura teatrale
rendendola idonea alla diffusione digitale. È un’iniziativa che non risulta isolata a livello globale, come lo è in Italia: molte compagnie teatrali in tutto il mondo si stanno affacciando al web riconoscendolo come mezzo di diffusione del proprio
lavoro, sfruttando le nuove possibilità che il digitale offre.Dalla data di mercoledì 1 luglio 2020, ogni sera, alle ore 21:00,
escluso il lunedì, verrà trasmessa in streaming all’indirizzo web www.formediterre.it/formevisive/ramtheatre una nuova versione,
digitalizzata, degli spettacoli presentati nel corso della rassegna Admoveo, muovendosi ancora una volta verso gli spettatori. Il lavoro
effettuato da Antonio Minelli, regista e direttore artistico del progetto, è stato quello di trasporre il lavoro originale in una
forma in cui gli attori sono inseriti in scenografie e scenari del tutto virtuali.
Teatro Immateriale, quindi: partendo dalla realtà concreta deglis pettacoli realizzati, se ne crea un’altra, connessa alla prima, ma
dematerializzata e virtuale. Si richiama il principio delle relazioni a distanza teorizzato da J. Bell, basato sul principio
dell’immaterialità delle informazioni, che si trasmettono istantaneamente a qualsiasi distanza (in entanglement), anche senza un
mezzo di collegamento classico, come la luce.
Alla luce dell’apertura di questo nuovo canale di comunicazione, Formediterre, con la rassegna Admoveo diffusa in rete, rilancia e va
avanti, consolidando il rapporto tra artista e spettatore, mantenuto vivo in questi mesi così particolari dal progetto Formevisive, che
non ha cessato mai di suggerire e proporre un nuovo linguaggio, un modo di intendere e fare teatro.

Il progetto RAM Theatre – Teatro Immateriale si avvale della partecipazione di: Alessandro Accettura, Francesca Caramia, Alessia
Carrieri, Davide Cervellino, Marita De Luca, Nicola Eboli, Antoniella Fanelli, Vittorio Goffredo, Antonio Lancellotti, Silvia Mastrangelo,
Antonio Minelli, Saverio Orlando, Domenico Picciani, Fausto Picciani, Barbara Provenzale.
Si ringrazia per il supporto tecnico Marcelo Gotte – LGTComputers.
Per ulteriori informazioni:
+39 3331776789 (segreteria Formediterre) – +39 3453006477 (direzione artistica del progetto: Antonio Minelli)