tesorieraradicaliLa tesoriera dell’associazione “Nessuno Tocchi Caino” Elisabetta Zamparutti, già deputata radicale nelle liste del Partito Democratico, ha presentato la sua candidatura al Comitato Europeo per la prevenzione della tortura (CPT) del Consiglio d’Europa. Nessuno Tocchi Caino è l’organizzazione non governativa del Partito Radicale che da sempre si batte a favore dell’abolizione della pena di morte e il rispetto dei diritti umani in tutto il mondo. Giuseppe Ferraro e Domenico Letizia, ex segretario dei Radicali di Caserta, attivisti casertani di “Nessuno Tocchi Caino” hanno lavorato per una raccolta di adesioni pubbliche in sostegno della candidatura al CPT di Elisabetta Zamparutti. Elisabetta Zamparutti e Sergio D’Elia sono stati i protagonisti della vertenza che ha condotto allo storico risultato dell’approvazione da parte dell’Assemblea Generale dell’ONU della Risoluzione per la moratoria universale delle esecuzioni capitali. Hanno risposto a tale chiamata il senatore di centro-destra Vincenzo D’Anna, la deputata del Partito Democratico Camilla Sgambato, il consigliere regionale del Partito Socialista Italiano Corrado Gabriele, il consigliere comunale dei “Verdi” di Napoli Carmine Attanasio, Stefano D’Errico, Segretario nazionale dell’Unicobas, Francesco Cialella, avvocato civilista del Foro di Santa Maria Capua Vetere, l’avvocato penalista di Caserta Gennaro Iannotti, il Vice Presidente dell’Associazione Giovani Avvocati Alfonso Quarto, Antonio Ferraro funzionario dell’Agenzia delle Entrate di Caserta, Domenico De Lucia presidente dell’ Associazione di volontariato “Saxa Cuntaria”. Letizia dichiara: “A giorni saranno eletti i membri del Comitato Europeo per la prevenzione della tortura, chiediamo a tutte le personalità politiche del casertano che apprezzano e conoscono l’attività umanitaria di Elisabetta e di Nessuno Tocchi Caino di esprimere pubblicamente il loro sostegno alla sua candidatura”.